notizia precedente notizia successiva 
Università del Salento: “Con lo Jutta sulla scia de “Il Leone di Caprera”
martedì, 04 novembre 2014
 
 
Una storia di mare è sempre una storia di passioni per nuove mete da scoprire. I marinai sono uomini sensibili cui il sole rende la pelle dura e nera per affrontare nuove sfide, sulla scia dei racconti che hanno loro raccontato da bambino. Potrebbe essere questo il senso dell’impresa dello Jutta, la piccola imbarcazione a vela con la quale Pino Veneroso, nel 2003, compì la traversata transoceanica sulla rotta del 1880 compiuta da “Il Leone di Caprera”, la goletta in legna con la quale tre marinai raggiunsero l’Italia, la patria, per portare un riconoscimento a Giuseppe Garibaldi. "Con lo Jutta sulla scia de 'Il Leone di Caprera”, questo il libro che è nato dall’impresa di Pino Veneroso, volume che sarà presentato venerdì 7 novembre 18.300 presso l'Università del Salento (Sala Ferrari, Porta Napoli, Lecce).  “L'intervento dell'autore” si legge in una nota stampa “verrà introdotto dal dr. Clemente Salerno, luogotenente della Tavola di Lecce dei Fratelli della Costa (associazione organizzatrice). All'incontro-dibattito, moderato dal prof. Gino Buizza e dal sig. Marco Laporta, parteciperanno l'Ammiraglio Ermelindo Collabolletta, delegato regionale dell'Associazione Marinai d'Italia, il prof. Antonio Marsella, docente del Dipartimento di Storia dell'Università del Salento, ed il velista dr. Roberto De Tommasi”.