notizia precedente notizia successiva 
Paestum: il ruolo dell’Università nella ricerca e valorizzazione del patrimonio archeologico
sabato, 24 ottobre 2015
 
 
Il ruolo dell’università nella ricerca e nella valorizzazione del patrimonio archeologico salernitano, questo il tema del convegno che si svolgerà presso la Basilica Paleocristina di Paestum il prossimo 31 ottobre, alle ore 10.30. Curato dal Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno nell’ambito della XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, la convention tende a rimarcare il valore della ricerca universitaria nell’ambito della fruizione del vasto patrimonio archeologico della Provincia di Salerno. Dopo la presentazione di Mariagiovanna Riitano, docente del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno, e l’inquadramento generale della problematica a cura di Angela Petrandolfo, docente del Laboratorio Archeologico “Mario Napoli” dell’Università di Salerno, la mattinata si articola in due sessioni. Nella prima vi saranno gli interventi di Massimo De Santo e Luca Cerchiai che relazionaranno, rispettivamente, sul progetto “Tempi Connessi” e su “Archeologia Urbano del Centro Storico di Salerno”. Nella seconda sessione gli interventi di Angela Petrandolfo, su “Mito e Natura, dalla Grecia a Pompei” e di Eliana Mugione, su “La Mostra di Palazzo Reale a Milano nell’ambito dell’EXPO di Milano”. Al termine della convention una discussione con Adele Campanelli, Soprintendente ai Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta,  Marina Cipriani, Direttrice Area Arcehologica di Paestum e Gabriel Zuchtriegel, Direttore del Museo Archeologico di Paestum.