notizia precedente notizia successiva 
Frecagnola d’Autunno: i TaranProject aprono la vetrina, stasera Piera Lombardi
domenica, 09 novembre 2014
 
 
I TaranPoject di Mimmo Cavallaro e Cosimo Papandrea hanno aperto la tappa della vetrina di “Agorà Contemporanea: Festival delle Identità Culturali” a Cannalonga, i suoni e le melodie dalla Locride, rielaborate e rivissute in chiave moderna, hanno acceso un nuovo tassello in un mosaico ricco e variegato del recupero della tradizione del Sud. Piazza del Popolo di Cannalonga diviene così una nuova finestra importante del Mezzogiorno dove si accendono i riflettori della Frecagnola d’Autunno, dove rivive il ritmo del Mezzogiorno, la cultura delle genti del Sud. Obiettivo della tappa di Cannalonga è mettere in vetrina la Fiera della Frecagnola, una tradizione quasi millenaria che tramanda una serie di temi fondamentali sull’incontro delle comunità locali per lo scambio delle merci. Ultima fiera dell’anno, quella di Cannalonga, infatti, si concludeva con una sorta di viatico per l’inverno, il rito del bollito di capra come momento ancestrale e rigenerativo, celebrazione collettiva di buon augurio per il futuro, per le mercanzie e per un ritorno nell’anno successivo. Una tradizione ancora oggi intatta nello spirito. Il viaggio nelle eccellenze del territorio di Agorà Cantemporanea ha messo in vetrina questo evento per costruirne un forte aggregato dell’offerta turistica del Cilento. Il senso della tappa di Cannalonga è proprio questo, questo anche il senso dell’articolazione degli eventi in due week end di novembre, quello di ieri e di stasera e quello dei prossimi 21, 22 e 23.  “Fiera de la Frecagnola…aspettando l’inverno”, questo il titolo dell’evento di novembre, finanziato dal PO FESR 2007 – 2013 Obiettivo Operativo 1.12, è promosso e organizzato dal Comune di Cannalonga in partenariato con la Soprintendenza Bap di Salerno e Avellino, l’Associazione Achille e La Tartaruga e l’Associazione Identità Mediterranee. Agorà Contemporanea, Festival delle identità culturali è un contenitore di eventi che coinvolge, oltre Cannalonga, i comuni di Novi Velia, Salento e San Mauro La Bruca e definisce un programma di attrazione turistica per gli eventi legati alla cultura, alla tradizione e all’enogastronomia del territorio. “Abbiamo voluto approfittare di questo progetto della Regione Campania che ringraziamo” afferma il presidente dell’Ente Fiera della Frecagnola, Mimmo Pizzolante.  “Parlare della Fiera della Fecagnola tutto l’anno è una cosa meravigliosa perche teniamo molto a questo evento che penso dia uno tra gli eventi più importanti del Cilento” continua il presidente Pizzolante “destagionalizzare Frecagnola è una cosa utile: l’afflusso in questi paesi potrebbe essere interessante soprattutto di questi periodi, in questi momenti morti fare eventi di questo genere è una cosa molto positiva”. Questa sera, in Piazza del Popolo di Cannalonga, sarà Piera Lombardi a continuare a tenere accesi i riflettori sulla Frecagnola e sulle identità culturali del Mezzogiorno.