notizia precedente notizia successiva 
Don Luigi Merola ospite dell’ Ente Autonomo Cilento Film Festival: sabato dai “Soldati” di Rubano al caso Rago
martedì, 11 novembre 2014
 
 
Una serata di riflessione, ma anche il primo passo verso la creazione di eventi  che siano occasione di rilancio per  un territorio dalle enormi potenzialità. Il Cilento come culla di talenti e potenzialità che l’Ente Autonomo Cilento Film Festival intende promuovere e fagocitare. Il neonato Ente Autonomo  Cilento Film festival, diretto da Claudio Correale, che a settembre ha inaugurato la prima edizione del Festival Cinematografico in Casal Velino, ha organizzato una serata all’insegna  della  cultura, delle eccellenze cinematografiche locali , partendo da spunti di riflessione sui trascorsi e le problematiche del territorio salernitano.  La serata di  sabato, 15 novembre,  a partire dalle 18,30, presso la sala eventi del Comune di Casal Velino, si aprirà con la presentazione del libro del giornalista Vincenzo Rubano, “Soldati di Pace”, frutto della sua esperienza come inviato in Afganistan e con la partecipazione straordinaria di don Luigi Merola. Il prete anticamorra offrirà momenti di riflessione sul reportage dell’autore del libro per poi giungere, attraverso la proiezione di un film che sa di camorra e silenzio, alla rivisitazione di un tragica pagina di cronaca, un caso ancora irrisolto: sarà proiettato  il lungometraggio di Nicola Acunzo, regista de “Il silenzio di Lorenzo”, film ispirato alla tragica vicenda del sindaco di Battipaglia Lorenzo Rago, scomparso in circostanze misteriose nel ’53, e candidato al Premio David di Donatello 2013. La serata si concluderà con la proiezione del lungometraggio “Nostro Sud…cche ssì Ciliento Mia!” , il film ideato e diretto da Claudio Correale, che si è avvalso del contributo straordinario del poeta Giuseppe De Vita, per confezionare uno spaccato di vita cilentana dalle tinte, i sapori e la musicalità profondamente nostrane.