notizia precedente notizia successiva 
Cannalonga: ultimi due giorni della “Frecagnola aspettando l’inverno”
giovedì, 20 novembre 2014
 
 
Una due giorni a Cannalonga tra arte, cultura ed enogastronomia, questo il senso della tappa di Agorà Contemporanea a Cannalonga con la manifestazione “Frecagnola aspettando l’inverno”, secondo week end per immergersi nelle tradizioni locali e nell’enogastronomia come elemento di appartenenza a gusti ancestrali e a prodotti della cultura del mondo contadino. Dalle 12,30 di domani, venerdì 21 novembre, con la visita guidata al centro storico e agli affreschi restaurati della Chiesa di Santa Maria Assunta, al suono delle melodie dei Tammurriarè al laboratorio di cucina cilentana con la degustazione dei piatti poveri della tradizione fino a tarda serata con concerto di Musica Popolare de La Compagnia dei Cantori Popolari in piazza del Popolo alle 20,30. Da questa full immersion si passa a sabato, 22 novembre, col piatto principe della tradizione rurale cannalonghese: il bollito di capra. Alle ore 19.30 “Grand Gourmet Bollito di capra" con lo chef stellato Raffaele Vitale, di casa del Nonno 13,  e il giornalista enogastronomico Luciano Pignataro.  A seguire “il Premio  Carbone: la cultura di un borgo cilentano”, assegnato quest’anno al dottor Mario Infante. Ad accompagnare il premio la musica di Tommaso Sollazzo.  Chiude la serata e la tappa di Cannalonga la musica popolare dei Tammurriaré e dei Kiepò.