notizia precedente notizia successiva 
Arte e(‘) Scienza: prima rassegna nazionale di archeometria
martedì, 02 dicembre 2014
 
 
Arte che si confronta con la scienza: due giornate in compagnia degli scienziati per apprezzare il valore e l’importanza della ricerca scientifica applicata ai Beni Culturali. L’Associazione Italiana Archeometria (AIAr) organizza la prima Rassegna Nazionale dedicata all’interazione tra Arte e Scienza, un appuntamento in cui approfondire le relazioni tra scienza, cultura, società e formazione delle nuove generazioni, con focus specifici nel campo della diagnostica, conservazione e valorizzazione del patrimonio artistico-culturale. L’iniziativa, proposta dall’AIAr come network nazionale, prevede la partecipazione in contemporanea dei principali Musei e siti archeologici della penisola. Il 12 ed il 13 dicembre 2014, in tutta Italia, ricercatori di Università, CNR, INFN, ENEA, ed altri Enti di Ricerca, offriranno ai visitatori l’opportunità di avere informazioni / delucidazioni relativamente all’utilizzo di metodologie scientifiche applicate alle opere esposte presso i siti interessati dall’evento: laboratori in situ per illustrare sul campo le potenzialità delle tecniche d’indagine scientifica non invasive applicate allo studio del patrimonio culturale. Nelle stesse giornate sarà organizzata una conferenza in streaming fra le diverse sedi di Arte e (‘) Scienza, dal tema “Applicazioni archeometriche per i Beni Culturali”. In Campania le città coinvolte saranno: Napoli (Parco Archeologico di Cuma) e Benevento (Ex Convento San Felice).  La giornata beneventana (venerdì 12 dicembre, dalle ore 10 alle 17.30) propone un’iniziativa presso l’ Ex Convento San Felice, con laboratori interattivi di diagnostica dei Beni Culturali (Spettrometro FT-IR su intonaci e affreschi; spettrometro XRF su metalli; microscopia ottica su malte; analisi termografiche su materiali lapidei ed elementi del costruito storico, postazione informatica per l’Archeologia del Paesaggio), e la presentazione del sistema integrato di conoscenze per la ricerca, la tutela archeologica e la pianificazione urbana della città di Benevento: il “SIUrBe”, a cura di G. Tomay, A. Santoriello, A. Rossi; ed il progetto “Ancient Appia Landscape”, a cura di A. Santoriello, A. Rossi, S. Siano. La giornata cumana (sabato 13 dicembre, dalle ore 9.30 alle 14) propone, in collaborazione con il Centre Jean Bérard di Napoli, un’iniziativa presso il Parco Archeologico di Cuma (Necropoli della Porta Mediana presso le Mura Settentrionali) con visite guidate dell’area e workshop sulle analisi archeometriche svolte presso il sito, nello specifico: misure di paleo-nutrizione e analisi al radiocarbonio realizzate su reperti ossei; misure con laser scanner; caratterizzazione dei geomateriali della necropoli di Cuma. La manifestazione coinvolgerà ricercatori dell’Università di Napoli “Federico II”, dell’Università di Salerno e della Seconda Università di Napoli coordinati dal presidente AIAr, prof. Carmine Lubritto. Le altre città coinvolte in contemporanea a livello nazionale saranno: Milano (Civico Museo Archeologico), Como (Musei Civici), Torino (Palazzo Madama, Museo Civico d’Arte Antica), Modena (Parco Archeologico “Novi Ark”, Musei Civici Modenesi, Torre Ghirlandina), Lucca (Fondazione Banca del Monte), Roma (Museo Nazionale Etrusco “Villa Giulia”), Siracusa (Galleria di Palazzo Bellomo), Termini Imerese (Museo Archeologico di Himera), Lipari (Museo Archeologico “Bernabò Brea”).

Daniela Orrico
Archeologa