notizia precedente notizia successiva 
Rifiuti: nasce il SAD “Cilento Centrale”
mercoledì, 26 ottobre 2016
 
 
Nasce il Sub-Ambito Distrettuale “Cilento Centrale”: quindici comuni del comprensorio costiero e interno si uniscono per ottimizzare la gestione dei rifiuti urbani. In base alla nuova normativa regionale sulla gestione e smaltimento dei rifiuti, è fatto obbligo ai singoli comuni di rientrare nell’Ambito Territoriale Ottimale a carattere provinciale, salva la capacità di associazione per la formazione di ambiti territoriali omogenei, più ristretti di quello provinciale. Proprio a questa ottica si ispira la costituzione del sub ambito che aggrega i comuni di Castelnuovo Cilento, Gioi, Moio della Civitella, Omignano, Orria, Perito, Salento, Serramezzana, Sessa Cilento e Stella Cilento, appartenenti all’Unione dei Comuni  Valle dell’Alento  e i comuni di  Casal Velino, Pollica e San Mauro Cilento, appartenenti all’Unione dei Comuni Velini; a questi si sono aggregati comuni di Ascea e Ceraso. Obiettivo del Sub-Ambito Territoriale è quello di creare condizioni di efficienza e, soprattutto, di risparmio nella gestione dei rifiuti, condividendo risorse le umane e logistiche presenti nei territori. A breve periodo dalla legge regionale, la 14/2016, arriva la risposta delle amministrazioni dell’area centrale del Cilento che privilegia la gestione associata per ottimizzare i costi di gestione, che, negli ultimi anni, in alcune realtà comunali, pur assicurati prima da un ente consotile e poi da una società di gestione, erano notevolmente lievitati. “L’iniziativa” si legge in una nota “che rientra nel progetto ANCI-Ministero dell’Ambiente “Campania Differenzia”, ha consentito tra le altre cose di far emergere le opportunità di ottimizzazione del servizio realizzabile mediante una maggiore collaborazione fra le Amministrazioni del territorio”. Nella stessa nota stampa, si evidenzia come sia auspicabile che anche altri comuni, limitrofi ed omogei, aderiscano al sub ambito al fine di creare ulteriori condizioni economiche di vantaggio per le comunità locali.