notizia precedente notizia successiva 
Incendio di Velia: Gasparri chiede l’invio di una ispezione ministeriale
lunedì, 10 luglio 2017
 
 
Invio d’ispettori ministeriali nel sito Unesco di Velia, adozione di misure urgenti antincendio, installazione di termocamere per prevenire qualsiasi atto incendiario, colposo o doloso, a danno del Parco Archeologico, queste le richieste del Vicepresidente del Senato della Repubblica, Maurizio Gasparri, in un’interrogazione parlamentare al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini. Arriva in Parlamento il caso dell’incendio nel Parco Archeologico di Velia, avvenuto lo scorso 18 giugno. Il Vicepresidente Gasparri, sensibilizzato dall’Associazione Genius Loci Cilento attraverso la nota, inviata al MiBACT e una lettera aperta agli enti territoriali nella quale, tra le altre cose, si poneva l’accento sulla condizione di precarietà in cui versa il sito Unesco, ha promosso un’interrogazione a risposta scritta al Ministro Franceschini. In primo luogo, nell’atto parlamentare, si nota come, a distanza di dodici anni, la Legge Regionale 5/2005, che prevedeva la costituzione di una zona di riqualificazione paesistico-ambientale intorno all’antica città di Velia, non abbia trovato piena attuazione. Si nota, inoltre, come non siano state attuate le misure di antincendio e di riqualificazione del verde, previste dal Decreto Ministeriale del 27 ottobre 2014: misure definite allora urgenti e finanziate con una provvista di trecentomila euro. In ultimo, si chiede l’attivazione di procedure urgenti volte alla riapertura totale del Parco Archeologico.  
 
Fonti: https://www.facebook.com/notes/genius-loci-cilento/interrogazione-parlamentare-su-elea-velia/1903216496603036/
Lettera Aperta "La normalità di Velia": https://www.facebook.com/notes/genius-loci-cilento/la-normalit%C3%A0-di-velia-lettera-aperta/1900202200237799/
Fonte foto di copertina: Genius Loci Cilento