Variazioni sul numero sette: il maestro Piovani a Paestum
Capaccio
22 giugno 2014
 
 
Sette musicisti in sette movimenti con sette interventi vocali registrati di brani di letteratura mondiale, questo lo spettacolo di maestro Nicola Piovani che si esibirà domenica 22 nel Teatro dei Templi a Paestum in una con i solisti dell’Orchestra Aracoeli. “La seduzione del numero sette ha per me qualcosa di indefinibile, comunque poco legato alle implicazioni cabalistiche, o esoteriche, o paramistiche con le quali ho poca frequentazione e confidenza. Il sentimento dominante di questa piccola suite” scrive il maestro Piovani “nasce dalle peculiarità strettamente matematiche del numero sette, nelle quali mi ha guidato l’eccellente maestro Odifreddi, coniugate con la avvincente maestà delle Sette porte di Tebe, i sette eroi che le difendono e i sette che le attaccano – anch’essi eroi -, con lo Shakespeare del Come vi garba; e con l’incanto che subivo nella mia adolescenza per i versi di Giosuè Carducci nel sottofinale di Davanti a San Guido. Passando per il Settimo Sigillo di Bergman, il papiro di Rhind e i Sette veli di Salomè. Non c’è molto ordine logico, e men che mai filologico, nel sottotesto questa composizione. C’è semmai la ricerca-dediderio di mettere in ordine sul pentagramma una passione caotica e irrisolvibile, quella passione che si agita ogni volta che cerchiamo di guardare più in là di quel che ci è dato vedere e capire, come Sant’Agostino in riva al mare.” La manifestazione rientra nella rassegna “Favole Matematiche” curata da Piergiorno Odifreddi nell’ambito della Quarta Rassegna del Forum Universale delle Culture nei siti Unesco della Campania.